italo calvino

la forza d’imporsi all’attenzione – italo calvino

italo calvino

italo calvino

mi sembra che il linguaggio venga sempre usato in modo approssimativo, casuale, sbadato, e ne provo un fastidio intollerabile. non si creda che questa mia reazione corrisponda a un’intolleranza verso il prossimo: il fastidio peggiore lo provo sentendo parlare me stesso. per questo cerco di parlare il meno possibile, e se preferisco scrivere è perché scrivendo posso correggere ogni frase tante volte quanto è necessario per arrivare non dico a essere soddisfatto delle mie parole, ma almeno a eliminare le ragioni d’insoddisfazione di cui posso rendermi conto. (…)
alle volte mi sembra che un’epidemia pestilenziale abbia colpito l’umanità nella facoltà che più la caratterizza, cioè l’uso della parola, una peste del linguaggio che si manifesta come perdita di forza conoscitiva e immediatezza, come automatismo che tende a livellare l’espressione sulle formule più generiche, anonime, astratte, a diluire i significati, a smussare le punte espressive, a spegnere ogni scintilla che spruzzi dallo scontro delle parole con nuove circostanze. (…) ...>>

Tags:

sabato 19 novembre, 2011 21:31:32 vision = visione, words = parole Nessun commento

che l’immaginazione non prenda mai il potere – italo calvino

Tags:

martedì 26 gennaio, 2010 9:42:04 creativity = creativita' Nessun commento